Calligrafia e bella scrittura realizzata a mano in corsivo e gotico. Scrittura storica, calligrafia elegante, servizi calligrafici e lezioni di calligrafia.

Il Corsivo Italico. Storia e funzione

Il Corsivo Italico è uno dei “ferri del mestiere” basilari per ogni aspirante calligrafo

corso di calligrafia corsiva

Il Corsivo Italico. Storia e funzione

Corsivo Italico o Cancelleresca, la madre di tutti i corsivi

Il Corsivo Italico è uno strumento essenziale per chi vuole scrivere in corsivo. Molti calligrafi sostengono che sia la prima calligrafia da eseguire, propedeutica all’apprendimento di ogni altra scrittura.
In questa premessa all’insegnamento dell’Italico una rapida panoramica storica e funzionale di questo versatile corsivo prima di passare alla sua scrittura.

La Cancelleresca, Italico per gli anglosassoni

La calligrafia Cancelleresca, anche conosciuta nel mondo anglosassone come Corsivo Italico, nasce in Italia (Roma? Venezia? Firenze? È difficile stabilirlo) ed è utilizzata a partire dal Quattrocento presso le cancellerie papali, codificata per la prima volta in una pubblicazione a mezzo stampa in un manuale (La Operina da imparare di scrivere littera cancellarescha) dal vicentino Ludovico Degli Arrighi nel 1522.
Giovannantonio Tagliente, Giovan Francesco Cresci e Giovanbattista Palatino diedero alla luce importanti trattati di calligrafia italiana; tra i nomi più noti che si dilettarono con questo corsivo, Michelangelo Buonarroti scrisse sonetti in un bell’Italico e Francesco Petrarca già molti anni prima sviluppò una nuova scrittura di imitazione dei canoni della Carolina, chiamata Semigotica, che si può considerare il prototipo del corsivo che svilupperà poi il Vicentino.

corsivo italico

La Operina da imparare di scrivere littera cancellarescha

Questa scrittura corsiva dallo stile multiforme, la cui storia si estende su un paio di secoli e comprende sia la calligrafia che la tipografia, è l’origine di tutti i corsivi oggi in uso nei paesi occidentali, ha un forte carattere decorativo ed un’impronta tipicamente rinascimentale, pur mantenendo un’alta leggibilità data la familiarità con la scrittura a mano che tutti noi pratichiamo. Il tasto i corsivo negli editor visuali sta a richiamare proprio quell’italic che rappresenta la scrittura corsiva per eccellenza, riconosciuta da tutti i paesi occidentali. Un importante contributo del Rinascimento italiano alla civiltà europea.
Oggi l’Italico è lo stile di calligrafia classica preferito da diversi calligrafi, sia in Europa che nel resto del mondo, che lo interpretano in maniere personali ed espressive per i loro lavori artistici e commerciali. Particolarmente adatta anche alla scrittura veloce con la penna d’oca, oggi questa calligrafia si esegue facilmente con penne stilografiche e penne a sfera, che la rendono idonea anche a una grafia veloce quotidiana; ma i risultati migliori si ottengono con un pennino tronco che possa replicare nel ductus il ritmo e l’alternanza di tratti spessi e sottili della penna di volatile.

Un ferro del mestiere essenziale

Stile che si presta alle più disparate applicazioni (da una lettera formale ad un diploma, da una poesia ad un segnaposto), la calligrafia Cancelleresca – nota anche come corsivo Italico – è uno dei “ferri del mestiere” basilari per ogni aspirante calligrafo.

Questa scrittura corsiva dallo stile multiforme, la cui storia si estende su un paio di secoli e comprende sia la calligrafia che la tipografia, è l’origine di tutti i corsivi oggi in uso nei paesi occidentali, ha un forte carattere decorativo ed un’impronta tipicamente rinascimentale, pur mantenendo un’alta leggibilità data la familiarità con la scrittura a mano che tutti noi ancora pratichiamo.
Il tasto i corsivo negli editor visuali sta a richiamare proprio quell’italic che rappresenta la scrittura corsiva per eccellenza, origine di tutte le altre scritture corsive sviluppatesi in Occidente. Un importante contributo del Rinascimento italiano alla civiltà europea.

Si tratta di lettere strette, inclinate, tutte caratteristiche di una scrittura spedita e veloce. È anche uno degli stili più attuali e moderni, che si presta a numerose interpretazioni e variazioni di forma e anche ad essere scritto con ogni tipo di strumento. Quindi una scrittura su cui c’è sempre da imparare e che da sola potrebbe soddisfare la maggior parte degli utilizzi odierni della calligrafia.
Oggi l’Italico è lo stile di calligrafia classica preferito da diversi calligrafi, sia in Europa che nel resto del mondo, che lo interpretano in maniere personali ed espressive per i loro lavori artistici e commerciali.

Il corsivo italiano

Il corsivo Italico segna l’avvio del Rinascimento e apre la strada alle scritture moderne, per mano di nomi come Francesco Petrarca prima, Ludovico degli Arrighi e Giovanni Tagliente poi; l’alfabeto maiuscolo romano viene recuperato e inclinato, le lettere unite e decorate, la calligrafia si fa arte con il progressivo scomparire degli scriptoria (la prima pubblicazione con la tecnica della stampa è stata realizzata a Magonza tra il 1453 e il 1455 da Johannes Gutenberg).
Dal corsivo Italico o cancelleresco traggono ispirazione scritture moderne come la Redondilla spagnola e il Copperplate, anche noto come Corsivo inglese, in Inghilterra. La crescita dell’utilizzo dei pennini metallici e la spinta data dalla rivoluzione industriale alla diffusione di questi nuovi strumenti danno il via a un nuovo corso di fioritura calligrafica e recupero dell’arte della scrittura in tutto il mondo, tendenza oggi ancora più sentita nel momento in cui l’appiattimento stilistico della strumentazione digitale – indispensabile, ma spesso anonima – rendono un valore aggiunto la personalizzazione di qualsiasi messaggio grazie allo stile di una calligrafia realizzata a mano.


Una volta conosciuto l’Italico, la sua storia, le sue applicazioni, il prossimo passo sarà prendere la penna e tracciare un modello scheletrico di scrittura corsiva cancelleresca.
Nel frattempo, da qui al 12 marzo 2017, per chi si trovasse in zona Verona, c’è un bel corso di corsivo Italico nell’ambito del Linkvolo Festival dell’Arte: Scrivere meglio è un workshop di calligrafia corsiva per migliorare la nostra scrittura quotidiana. Un laboratorio da non perdere. Tutte le info e la modalità di iscrizione sul sito del Linkvolo Festival dell’Arte.

Categorie: calligrafia Lezioni di calligrafia Argomenti:


1 Commento

Jessica

5 maggio 2017

Che bello! Non vedo l’ora di cominciare!

Lascia un commento!